Tenuta Saiano nasce nel 2003 dal sogno dell’editore Manlio Maggioli, patron dell’Osteria Ristorante La Sangiovesa a Santarcangelo di Romagna, di creare una filiera certa, che prendesse vita dalle riserve boschive della Valmarecchia per portare sulle tavole del ristorante solo prodotti genuini, di prima qualità; coltivando le erbe di campo, le viti per fare del buon vino, gli ulivi dai quali estrarre un olio speciale ed allevando in libertà gli animali: pecore, polli, capponi, piccioni, asini, maiali…

Dopo qualche passeggiata mattutina, sulle prime colline dell’entroterra , fu  rinvenuto un antico borgo rurale, perso nella vestigia del tempo: “I casoni”
Da lì è sorta Tenuta Saiano, con i suoi sessanta ettari di boschi, prati, vigneti, orti e quattro laghetti dove raccogliere l’acqua piovana per irrigare il terreno, durante la calura estiva.

I casoni

Un antico borgo medievale, di cui oggi rimangono solo pochi ruderi, testimonianza dell’esistenza nel luogo di una comunità di contadini vissuti con ogni probabilità prima del XVI secolo. Non si esclude un’origine addirittura precedente, che affonda le radici storiche nella presenza villanoviana in Valmarecchia

Dalle mappe e dai ricordi dei vecchi abitanti sappiamo che il Borgo si trovava nel tratto collinare che costeggia il fiume Marecchia, tra Montebello e Torriana: qui, dove il terreno è più fertile e la natura rigogliosa, sorgeva un piccolo agglomerato rurale, popolato da contadini e pastori.

La vite, allora come oggi, era l’elemento distintivo di questa landa selvaggia ed incontaminata, ora in parte sepolta dal tempo e custodita dai verdi prati e dai terreni di Tenuta Saiano.


Montebello di Poggio Torriana (RN), Via Casone, 35

+39 0541 675515

info@tenutasaiano.it