L’azienda agricola di Tenuta Saiano trae origine dal desiderio di trasmettere ai più l’inestimabile valore del legame tra cibo e terra, mediante la promozione dei suoi frutti e la valorizzazione del paesaggio. Impieghiamo tecniche di coltivazione che rispettano i criteri di eco-compatibilità ambientale, salvaguardando la qualità e la tipicità di ciascun prodotto.
Alleviamo gli animali, seguendone il naturale ciclo biologico, lasciandoli crescere allo stato semi-brado, in perfetta simbiosi con l’habitat dell’oasi boschiva .

I vigneti

Sono dieci gli ettari di vigneti che serpeggiano dalla collina verso valle, sul monte della Scorticata, con filari a cordone speronato, intervallati qui e là da una quercia o da una radura con alcuni alberi da frutto.

Al principio di ogni filare piantiamo una rosa, come sentinella della vigna, per comprendere ogni impercettibile cambiamento, perché se la rosa parla subito la vigna no, cresce dentro e in silenzio. Alla mattina presto, quando il sole è ancora timido, spira un vento leggero e le foglie sembrano invitare a una danza.

Il verde circonda anche i pensieri. Ci si ferma volentieri, quasi a voler contemplare la crescita di ogni chicco d’uva e ciascuna sfumatura del processo di maturazione

Gli animali

Nelle riserve di Tenuta Saiano alleviamo maiali, pecore, conigli, capponi, galline, galletti, conigli e asini, seguendo un’alimentazione naturale e rigorosa, stabilita quotidianamente secondo le fasi di sviluppo e crescita.

Abbiamo realizzato un salumificio interno, moderno e controllato dall’Unità Sanitaria Locale. Qui le carni vengono lavorate, i salumi stagionati e poi trasportati direttamente nelle nostre cucine.

Avvalendosi dell’ausilio di un team di esperti collaboratori, i nostri chef  seguono con attenzione e cura tutte le fasi di alimentazione e crescita degli animali, fino alla realizzazione del prodotto finito.

Gli uliveti

Le coltivazioni di oliveti nelle colline riminesi, dal primo entroterra fino ad arrivare ai nostri pendii di Montebello di Torriana, hanno origini antichissime che si radicano nell’epoca pre-etrusca e sin d’allora si considerano coltivazioni continuative. Ancor più oggi, con la passione e il desiderio di salvaguardare il patrimonio agronomico delle nostre zone, gli oliveti sembrano essere segni di una punteggiatura antica e regia del paesaggio romagnolo collinare, raccontando una storia di sapori e colori.

Due sono le varietà di oliveti coltivate: Correggiolo, che coprono la maggior estensione di terreno e Leccino. Queste due varietà, calibrate in maniera ottimale, conferiscono all’olio un gusto fresco, fragrante, con note erbacee e moderata sensazione di amaro e in alcuni casi di piccante, accompagnato da lievi sentori di mandorla, carciofo e pomodoro.


Montebello di Poggio Torriana (RN), Via Casone, 35

+39 0541 675515

info@tenutasaiano.it